Cos’è Friend of the Earth?

Friend of the Earth è uno schema di certificazione internazionale per l’agricoltura e l’allevamento sostenibili.

Come nasce Friend of the Earth?

Friend of the Earth è un progetto nato nel 2013 a partire dalla positiva esperienza di Friend of the Sea, oggi uno dei principali schemi di certificazione per la pesca e l’acquacoltura sostenibili.
Sia Friend of the Sea che Friend of the Sea sono progetti della World Sustainability Organization, organizzazione con sede in Italia e operativa in tutto il mondo, il cui obiettivo è la conservazione degli ecosistemi.

Qual è l’obiettivo di Friend of the Earth?

L’obiettivo di Friend of the Earth è sensibilizzare e accompagnare le aziende verso pratiche agricole e di allevamento sostenibili portate avanti in chiave non solo ambientale, ma anche economica e sociale. Il logo Friend of the Earth permette al consumatore di riconoscere i prodotti realizzati nel rispetto dell’ambiente e dei lavoratori di tutta la filiera.

Cosa significa sostenibilità?

Il termine “sostenibilità” è inteso come fattore integrato tra elementi ambientali, sociali ed economici.
Lo sviluppo sostenibile si configura come “uno sviluppo che soddisfi i bisogni del presente senza compromettere la capacità delle generazioni future di soddisfare i propri bisogni”, inoltre “lungi dall’essere una definitiva condizione di armonia, è piuttosto processo di cambiamento tale per cui lo sfruttamento delle risorse, la direzione degli investimenti, l’orientamento dello sviluppo tecnologico e i cambiamenti istituzionali siano resi coerenti con i bisogni futuri oltre che con gli attuali” (WCDE, 1987).

Cosa significa sostenibilità in agricoltura?

Friend of the Earth promuove un modello di produzione agricola basato sull’integrazione di innovazioni volte alla riduzione dell’impatto ambientale delle colture e sul rispetto dei lavoratori impiegati lungo tutta la filiera produttiva. L’introduzione dell’utilizzo di energia da fonti rinnovabili, la lotta integrata e il no tillage rappresentano esempi di azioni correttive che la certificazione incoraggia attraverso i suoi requisiti. In altre parole, le aziende certificate Friend of the Earth hanno a cuore: la conservazione dei suoli, la salvaguardia della biodiversità agricola e naturale, la ritenzione delle acque, la stabilità dell’ecosistema, le funzioni di impollinazione e, da ultimo, ma non meno importante, la dignità dei lavoratori.

Cosa significa sostenibilità nell’allevamento?

Friend of the Earth promuove un modello di allevamento sostenibile basato sul rispetto dell’animale e della natura con lo scopo di aumentare nel tempo il livello di simbiosi con l’ambiente e il territorio. Recuperare e conservare razze autoctone caratterizzate da una spiccata resilienza e idonee all’integrazione con l’ecosistema, favorire l’allevamento all’aperto e l’allevamento estensivo, ridurre l’utilizzo di antibiotici e farmaci allopatici quando non necessari sono esempi di azioni correttive che la certificazione incoraggia attraverso i suoi requisiti.

Quali sono i criteri di certificazione di Friend of the Earth?

Lo standard di certificazione è stato sviluppato sulla base delle line guide SAFA (Sustainability Assessment of Food and Agriculture systems) dettate dalla FAO ed è composto da diversi indicatori di performance. I criteri comprendono la salvaguardia dell’ecosistema, la tutela della fauna e della flora selvatiche, la tutela delle risorse del suolo e idriche, il divieto di utilizzo di sostanze pericolose, la gestione responsabile dei rifiuti e dell’energia, la responsabilità sociale di tutta la filiera, la conformità legale.

 

A chi è rivolta la certificazione Friend of the Earth?

La certificazione Friend of the Earth è rivolta a tutte le aziende agricole e di allevamento che si identificano nei valori di sostenibilità ambientale e responsabilità sociale tramite l’adozione di pratiche di produzione rispettose dell’ambiente e dei lavoratori.

Come si ottiene la certificazione?

L’azienda interessata a ottenere la certificazione deve contattare Friend of the Earth (info@friendoftheearth.org) e compilare il “Questionario di informazioni preliminari” (PIF)presente sul sito nella sezione “Per le aziende”. Il dipartimento scientifico di Friend of the Earth verifica che ci siano le condizioni necessarie per l’audit. In caso positivo, si procede con l’Accordo di Audit e di Licenza (ALA).

Chi organizza e conduce gli audit di verifica?

L’audit è organizzato e condotto da enti terzi di certificazione. In casi particolari, il processo di audit può essere condotto dal personale qualificato di Friend of the Earth.

Quando ha inizio l’audit di verifica?

Una volta compilato e inviato il “Questionario di informazioni preliminari” (PIF),  sono necessari al massimo 7 giorni per la valutazione della richiesta di certificazione. L’audit di controllo ha inizio previa sottoscrizione da parte dell’azienda dell’Accordo di Audit e di Licenza (ALA). Una volta ricevuto il contratto firmato, Friend of the Earth contatterà uno degli enti di Certificazione che deciderà quando iniziare l’audit in accordo con l’azienda richiedente.

Quanto dura un audit di verifica?

Per effettuare un audit è richiesto un tempo minimo di una giornata per sito di produzione e un massimo di 2 settimane per la revisione e la realizzazione di un report delle verifiche svolte.

Come si presenta il certificato?

In seguito al superamento dell’audit effettuato da un ente terzo di certificazione, Friend of the Earth emette un certificato che autorizza l’azienda all’uso del logo.

Quanto dura la certificazione?

La certificazione ha una durata di 3 anni, durante i quali l’azienda è soggetta a verifiche annuali di sorveglianza per la tracciabilità e al monitoraggio secondo verifiche a campione nell’ambito del programma di monitoraggio internazionale di Friend of the Earth.