Friend of the Earth e CCPB: Una Nuova, grande partnership per una agricoltura sostenibile

Friend of the Earth e CCPB: Una Nuova, grande partnership per una agricoltura sostenibile

La World Sustainability Organization – la ONG che ha sviluppato lo schema internazionale di certificazione di prodotti da agricoltura sostenibile Friend of the Earth – ha scelto CCPB come partner di riferimento per stimolare l’implementazione e certificare pratiche agricole sostenibili in Italia e nel mondo.

Con sede a Bologna, CCPB è un organismo di certificazione e controllo dei prodotti agroalimentari e no food (cosmesi naturale e biologica, detergenza ecologica e nel tessile ) ottenuti nel settore della produzione biologica, eco-compatibile ed eco-sostenibile, ma svolge anche attività di Ispezione in quanto accreditato da Accredia, l’Ente Unico nazionale di accreditamento designato dal governo italiano, secondo la norma ISO 17020.

Si tratta di una realtà che ha all’attivo circa 13 mila aziende certificate in tutto il mondo, tra cui affermati gruppi industriali, società della grande distribuzione, piccole e medie imprese e aziende emergenti, per la stragrande maggioranza appartenenti al settore biologico.

“Questa nuova partnership – ha dichiarato Paolo Bray, Fondatore e Direttore di Friend of the Earth – potrà dare un suo grande contributo nel diffondere la cultura della sostenibilità, inteso come fattore integrato tra elementi ambientali, sociali ed economici che può generare uno sviluppo che soddisfi i bisogni del presente al pari di quelli delle generazioni future”.

Ad oggi, uno dei principali strumenti per raggiungere tali obiettivi è la certificazione, con la sua capacità di rivestire un significato e un ruolo fondamentale per la crescita competitiva dei settori produttivi ai quali viene applicata.

“Come confermano numerose ricerche di mercato – ha spiegato Fabrizio Piva, amministrazione delegato CCPB – la certificazione migliora la qualità del prodotto e cerca, al contempo, di contenere gli impatti negativi verso l’ambiente, dall’aumento delle emissioni di CO2 alla deforestazione. Senza contare il suo contributo per la tutela della biodiversità, per assicurare la sicurezza alimentare e rendere più efficiente e virtuoso il processo produttivo, costituendo un insostituibile servizio di garanzia e fiducia verso i consumatori”.

Friend of the Earth è uno schema di certificazione internazionale dei prodotti agroalimentari ottenuti con processi agricoli sostenibili.

Lo standard è stato sviluppato sulla base delle linee guida SAFA (Sustainability Assessment of Food and Agriculture systems) dettate dalla FAO (Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura) ed i suoi principi si basano sulla salvaguardia e la tutela dell’intero ecosistema entro il quale le aziende certificate svolgono la loro attività.

Promuove un modello di produzione agricola basato sull’integrazione di innovazioni volte alla riduzione dell’impatto ambientale delle colture e sul rispetto dei lavoratori impiegati lungo tutta la filiera produttiva.

L’introduzione dell’utilizzo di energia da fonti rinnovabili, la lotta integrata e il no tillage rappresentano esempi di azioni correttive che la certificazione incoraggia attraverso i suoi requisiti.

In altre parole, le aziende certificate Friend of the Earth hanno a cuore: la conservazione dei suoli, la salvaguardia della biodiversità agricola e naturale, la ritenzione delle acque, la stabilità dell’ecosistema, le funzioni di impollinazione e, da ultimo, ma non meno importante, il rispetto dei lavoratori.